Chocolate · Cioccolato · Dolci · Dolci · Eventi · Ricette

Sacher (o quasi)

  • Ogni volta che sono depresso per come vanno le cose al mondo, penso all’area degli arrivi dell’aereporto di Heathrow. È opinione generale che ormai viviamo in un mondo fatto di odio e avidità, ma io non sono d’accordo. Per me l’amore è dappertutto. Spesso non è particolarmente nobile o degno di note, ma comunque c’è: padri e figli, madri e figlie, mariti e mogli, fidanzati, fidanzate, amici. Quando sono state colpite le Torri Gemelle, per quanto ne so nessuna delle persone che stavano per morire ha telefonato per parlare di odio o vendetta, erano tutti messaggi d’amore. Io ho la strana sensazione che – se lo cerchi – l’amore davvero è dappertutto.

Love Actually

 

image

Ah l’amour, l’amour.

Incipit del film ‘Love Actually’ (che a mio modesto parere ho trovato piuttosto banale e sciatto) penso però che questa frase sia pura. Pura e vera. Anzi, proporrei una modifica e toglierei quel – se lo cerchi –

L’amore è dappertutto.

E chiuderei qui. Senza aggiungere altro. Intanto un altro San Valentino è arrivato, e non c’è bisogno di ‘una dolce metà’ per festeggiarlo. Un giorno come tanti perché l’amore ruota a 360 gradi 365 giorni l’anno, ma ogni occasione è pur sempre buona per fare un dolce a tema! 😉 In altri paesi, vedi gli Stati Uniti, San Valentino non è limitato alle coppiette ma viene sentito e festeggiato nel suo significato a tutto tondo: amore come sentimento generale di affetto. Allora largo a cuoricini, rose, roselline e bacetti! Un piccolo gesto a chi si vuol bene non guasta mai, in un giorno qualunque e senza tanti ma e se. E poi anche quello per il cioccolato può essere amore, amore davvero. E che importa se sia fondente, al latte, amaro..non è geloso mai, non si offende mai, non tradisce mai. Oh mio amato cioccolato! 😍

But first of all, LOVE YOURSELF.

Ed ora veniamo a me. Come ho detto, ogni scusa è buona per creare qualcosa che abbia un tema, ovviamente stiamo parlando di dolci! E come piccolo gesto di affetto nei confronti dei miei cari, e di una sorella con una pancia in crescita (❤️🎀❤️), questa volta ho scelto di creare un dolce al piatto. Tra una rivista e l’altra, un libro di ricette e un altro, ormai, ne ho talmente tanti che ho riempito un’intera libreria creando una gran confusione di idee per la gioia della mia smemorataggine ma a favore della mia creatività. Così traendo spunto di qua e di là ho messo letteralmente la Sacher in un piatto. Rivisitare un Dolce di tale portata (eh sì, un dolce con una D maiuscola. Me ne vogliano i cari Konditoren Viennesi) può dare risultati più o meno buoni (per non dire cattivi, brutti, disgustosi, ostici e quant’altro) dato che si parte già prevenuti con una chiara idea di cosa ci si aspetta, in primis a partire dall’aspetto e dal gusto. Rivisitando questo dolce storico ho voluto che il gusto della Sacher rimanesse dando però consistenza e forme nuove grazie anche alla sostituzione e modifica di alcuni ingredienti (per esempio il cioccolato anziché il cacao nell’impasto della base). Il risultato? ☺️ Non poteva andare meglio. Le vostre papille gustative saranno in estasi. Non ci credete?  Provatela!

image

Processed with VSCOcam with a4 preset

Ricetta SACHER (o quasi)

per la base:

  • 120 g cioccolato fondente
  • 75 g burro ammorbidito
  • 55 g zucchero di canna
  • 4 uova
  • 55 g farina
  • pizzico di sale
  • punta di un cucchiaino da the di lievito in polvere da dolci

prescaldare il forno a 180 C. Sbattere molto bene il burro con lo zucchero fino a che non risulti un composto spumoso. Aggiungere i tuorli uno alla volta sempre sbattendo. Nel frattempo sciogliere il cioccolato a bagno maria, e quando è pronto aggiungerlo al resto, infine aggiungere la farina e la punta di lievito setacciata. Montare a neve gli albumi (attenzione a non montarli troppo fermi), e delicatamente amalgamarli al composto di cioccolato in più volte (tre volte, la prima viene ‘sacrificata’) per non farli smontare e far sì che il tutto risulti omogeneo. Versare la miscela negli stampini (in questo caso io ho scelto uno stampo in silicone per ‘muffin’ a forma di cuore) e cuocere per circa 20/25 minuti. Fare la prova stecchino in ogni caso. A cottura terminata estrarre dal forno e lasciare raffreddare dentro gli stampi, dopo di che sformare e raffreddare completamente.

per la glassa:

  • 100 g cioccolato fondente
  • 50 g burro
  • 2 cucchiai grandi di acqua

Sciogliere il tutto a bagnomaria, la glassa deve risultare bella lucida.

per la composta di albicocche:

  • albicocche secche biologiche
  • 3 cucchiai di confettura di albicocche
  • succo di mezzo limone
  • mezzo bicchiere d’acqua

Tagliare le albicocche a dadini più o o meno grossi. Metterle in una padella con il mezzo bicchiere d’acqua e il succo di limone, e sbollentare per 5-10 minuti aggiungendo a metà cottura la confettura di albicocche. (Io ho utilizzato la confettura di albicocche fatta in casa da me, in quanto più ricca di frutta e con una punta di acidità in più che contrasta con la dolcezza del cioccolato). Se la salsa risulta troppo densa regolare con l’acqua.

  • Confettura di albicocche (fatta in casa, ripeto è migliore, oppure una di buona qualità con percentuale elevata di frutta)
  • fiori secchi edibili per decorare (facoltativi, io ho utilizzato fiori secchi biologici di montagna)

Dividere i tortini di cioccolato in due tagliandoli orizzontalmente a metà e farcirli con la confettura di albicocche. Posarli nei piatti e cospargere ai lati con la salsa di albicocche. Versare sopra al tortino la salsa di cioccolato ancora calda, con un cucchiaino lasciare cadere qualche goccia come decorazione e cospargere con i fiori secchi. Servire subito con la salsa ancora calda/tiepida oppure lasciar raffreddare e servire a salsa indurita e fredda.

Ora non resta che condividerlo con la persona che sia ama, o meglio ancora con le persone che accompagnano la nostra vita ogni giorno, nel bene e nel male. Cuoricini per noi!

image

image

con questa ricetta partecipo alla sfida di Febbraio di Prelibata.

 

Annunci

One thought on “Sacher (o quasi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...